Carbon Neutral

Il linguaggio delle buste

Il linguaggio della carta

La carta è parte del messaggio.

Vergata, patinata, offset, riciclata...

Non dice la stessa cosa una carta vergata o patinata che una usomano o una riciclata. Ogni carta dice la sua e ogni messaggio in busta deve essere nella sua carta, perchè deve essere stampato, piegato, incollato, consegnato...

Caratteristiche precise

Le buste necessitano di carte appropriate, con caratteristiche precise di resistenza, macchinabilità, opacità, stampabilità, porosità e bianchezza in funzione dell’uso che se ne farà. Questo è un linguaggio tecnico riferito alla sua composizione, alle sue proprietà, alla sua categoria, peso e formato.

Carte per le buste

Le carte per le buste, come quasi tutte le carte, sono derivate dalla pasta di cellulosa vegetale ottenuta mediante processi meccanici o chimici. La maggior parte delle buste si fabbricano a partire da carte nelle quali prevalgono, a seconda dell’uso o della destinazione, criteri di stampabilità (buste pubblicitarie) o di resistenza (buste e sacchetti per spedizioni) o economici e di immagine (riciclate), ecc.

Pesi e misure della carta

Il tedesco Walter Porstmann propose una norma standard per i formati di carta che si adottò in Germania nel 1922 come formati DIN (Deutsche Industrie Norme) e che oggi sono misure standard internazionali (ISO 218). Dentro al sistema metrico partì da un metro quadrato di carta, in modo che le divisioni successive conservassero la stessa proporzione tra i lati del rettangolo. Solo una formula presenta questa relazione:

Ottenne così il formato di partenza AO = 1m² = 841x 1189mm

Carte appropriate per la fabbricazione di buste.

Anche restando nella gamma di carte per la stampa e confezione di buste, le varietà sono molto numerose e con requisiti e caratteristiche molto diverse.

I criteri di classificazione sono molto variabili: le denominazioni, a volte corrispondono solo a marchi commerciali. I fabbricanti si avvalgono di criteri come l’aspetto, la composizione delle fibre, l’utilizzo...

Diversi aspetti e composizione

Per il suo aspetto, parliamo di carta vergata, goffrata, lisciata, satinata, patinata, lucida, opaca, cristal... Per la composizione delle fibre, mix di paste o provenienza delle fibre, si parla di carte di pasta meccanica, di pasta chimica cruda o sbiancata, di pasta di conífere o latifoglie...

Esigenze di stampa

Per il suo utilizzo e caratteristiche di stampabilità si definiscono le carte: per giornali, offset, cartografica, da scrittura, ecc.

Vari formati

Il formato serve per identificare una carta. Generalmente il formato è in relazione con i prodotti o formati destinati alle macchine. Si parla dunque di cartal 100 x 140, 70x 100(formato in centimetri), bobina ecc. La grammatura (grammi per metro quadrato di carta) è un dato importante per identificare una carta: 70 g/m2, 80 g/m2, ecc.

Altre informazioni: Il linguaggio della carta

Altre informazioni: Il linguaggio delle buste

Indice di: Sobres, todo un mundo

Il mondo della busta

Associazioni nazionali e internazionali, attraverso i propri organismi, pubblicazioni e congressi, sono testimoni della realtà, dela evoluzione del mondo della busta e dei suoi fabbricanti.

[Continui a leggere]

Il linguaggio delle buste

LE BUSTE PARLANO

"Aprimi!" e "Rispondi!" sono due parole magiche che creativi e professionisti del Marketing tentano di far pronunciare alle loro buste.

[Continui a leggere]